Settimana della lingua italiana a Amsterdam: 24 al 30 ottobre

In occasione della Settimana della lingua italiana nel mondo e delle celebrazioni per il 150esimo anniversario dell’Unita’ d’Italia, l’Istituto Italiano di cultura per i Paesi Bassi di Amsterdam organizza due eventi.

Il primo evento è  “Da Garibaldi a Cabiria”, cinema muto italiano ed identità nazionale con i film La presa di Roma, di Filoteo Alberini, (1905, 3 min) e Il piccolo garibaldino (1909, 12 min). Con musicazione al pianoforte dal vivo a cura del pianista Martin de Ruiter. La serata verrà  introdotta dal critico cinematografico Massimo Benvegnù. Data: mercoledì 26 ottobre 2011; ore:  20.00.

Il secondo evento è la presentazione del documentario Senza scrittori (2010) di Andrea Cortellessa e Luca Archibugi, con sottotitoli olandesi. Dibattito con Laurens van Krevelen (editore). Data:venerdì 28 ottobre 2011. Ore: 20.00

Luogo: Istituto Italiano di Cultura 

Keizersgracht 564

1017EM Amsterdam


 
La presa di Roma, anche conosciuto come Bandiera bianca e La Breccia di Porta Pia, è un cortometraggio di Filoteo Alberini, prima pellicola proiettata pubblicamente in Italia, il 20 settembre 1905, nell’anniversario della presa di Roma. Filoteo Alberini (Orte, 14 marzo 1865 – Roma, 12 aprile 1937) è stato un regista italiano, uno dei pionieri del cinematografo.

Il piccolo garibaldino. Siamo all’epoca di Garibaldi, quando i petti infiammati da vivo amore patrio accorrono volenterosi in difesa del paese. Anselmo, padre di un giovinetto dodicenne, accorre anch’esso tra le file garibaldine; e il piccolo Augusto, infiammato dallo stesso desiderio, fugge di nascosto da casa e raggiunge il padre arruolato nella gloriosa schiera dei mille.Suona il segnale della battaglia, il piccolo Augusto si slancia tra i suoi commilitoni, ma improvvisamente è colpito mortalmente. Il piccolo eroe invoca il nome di Garibaldi, si trascina presso di lui, ne bacia la spada e muore tra le braccia del padre.

Senza Scrittori affronta il tema della narrativa italiana e dei suoi rapporti con il mondo dell’editoria, della distribuzione e delle librerie, e pone una questione cruciale per la letteratura: sono “letteratura” i libri che scalano le classifiche e che vediamo impilati all’ingresso delle catene di librerie? Andrea Cortellessa e Luca Archibugi compiono un viaggio critico e allo stesso tempo appassionato attraverso l’Italia delle grandi catene di librerie, delle case editrici piccole e grandi, dei premi letterari per cercare di capire il presente e il prossimo futuro e di tutto ciò che normalmente si denomina “letteratura”.
Dopo la visione del documentario, Tavola rotonda, in italiano e olandese,  sulle tematiche del documentario con la partecipazione del Prof. Andrea Cortellessa, Laurens van Krevelen e di  Roland Fagel, scrittore e traduttore.
Andrea Cortellessa (Roma, 1968) è critico letterario, storico della letteratura e professore associato all’Università Roma Tre presso il DAMS, dove insegna Letterature Comparate e Storia della Critica. Collabora con riviste e quotidiani quali Il Riformista, Diario, il manifesto, L’Indice, l’Unità, Poesia, Allegoria, Inchiesta, Paragone, La rassegna della letteratura italiana, Studi novecenteschi, Il Verri ed alfabeta2; si è occupato di programmi culturali per la RAI ed è autore di molte pubblicazioni fra saggi, curatele e volumi, tra i quali ultimi si contano Ungaretti, libro e VHS, Torino, 2000; Libri segreti: autori-critici nel Novecento italiano, Firenze, 2008; La fisica del senso: saggi e interventi su poeti italiani dal 1940 a oggi, Roma, 2006

About blognostrumuva

blog voor de Collectie Romaanse Talen van de Universiteitsbibliotheek van de UvA (universiteit van Amsterdam)
This entry was posted in Italiaans and tagged , , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s